l’importanza dell'(auto)monitoraggio

l’importanza dell'(auto)monitoraggio

Durante i nostri interventi abbiamo constatato una discreta resistenza in molti consulenti bancari al fatto di essere monitorati nelle loro azioni commerciali, perché hanno la percezione di essere controllati.

Non voglio soffermarmi sul paradosso del dire ‘Sì’ quando ti viene proposto un budget da raggiungere e poi scalpitare se ti dicono che verrai monitorato. Che valore ha quel ‘SI’ se poi non accetti il confronto e vuoi invece che un’eventuale discrepanza di risultati sia attribuibile in maniera diffusa a tutta la filiale?

Vorrei invece focalizzarmi sul vantaggio così poco considerato che il monitoraggio offre al professionista: senza un (auto) monitoraggio e una conseguente analisi intelligente dei dati, non vi può essere una crescita professionale sistematica delle proprie abilità di consulenza. In questo video cerco di spiegare perché.

 

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.